Clinica medica ortopedica Santa Ines

Densitometria ossea

densitometria ossea
Esami radiologici

Esame radiologico utile a quantificare la densità minerale ossea per la diagnosi e il monitoraggio dell’ osteoporosi

Si basa sulla attenuazione di raggi X nel passaggio attraverso il distretto scheletrico di interesse. Vengono generalmente indagati i seguenti distretti: colonna lombare e femore

Contatta la segreteria del centro

Densitometria ossea DEXA

La densitometria ossea è indicata nelle donne dopo i 65 anni e negli uomini dopo i 70 anni oppure più precocemente in soggetti di entrambi i sessi che presentino un incremento del rischio fratturativo.

Non è richiesta alcuna preparazione e non è necessario il digiuno. Come per tutti gli esami radiologici, è necessario chiedere al Paziente di togliere gli indumenti con accessori metallici.
Il Paziente viene disposto sul tavolo radiologico in posizione sdraiata e deve rimanere immobile durante la scansione.

Che tipologie di esami possiamo eseguire

L’esame verrà eseguito da un tecnico radiologo qualificato.
Per qualunque approfondimento chiedere al tecnico radiologo e leggere attentamente il foglio informativo.
Compilare con attenzione il modulo del consenso informato.

Chi non può eseguire l'esame

Come viene redatto il referto

Esecuzione dell’esame: Il tecnico radiologo dopo aver controllato il consenso informato e aver colloquiato con il paziente esegue l’esame radiologico. 

Il referto: Il tecnico dopo aver eseguito l’esame radiologico inoltra le immagini ad un medico che analizza le immagini e prepara un referto medico. Il tempo di refertazione è di 2 giorni lavorativi. 

Ritiro del referto: il paziente può recarsi direttamente in Clinica Santa Ines per il ritiro del referto cartaceo oppure scaricarlo utilizzando il link sottostante.

Quanto dura l’esame

L’esame di densitometria ossea viene eseguito in tempi brevi, all’incirca dai 10 ai 15 minuti

È importante eseguire l’esame nei seguenti casi:

Donne dopo i 65 anni e uomini dopo i 70 anni

• Precedenti fratture da fragilità o riscontro radiologico di fratture vertebrali;

• Donne in menopausa o uomini dopo i 50 anni che presentino familiarità per frattura femorale;

• Donne in menopausa o uomini dopo i 50 anni che presentino comorbidità a rischio di frattura: artrite reumatoide, diabete, broncopneumopatia cronica ostruttiva, malattie infiammatoria cronica intestinale, AIDS, Parkinson, grave disabilità motoria;

• Donne in menopausa precoce o chirurgica;

• Donne e uomini in trattamento con farmaci che causano osteoporosi (cortisonici, farmaci ormonali in donne con tumore mammario e uomini con tumore prostatico).

Sono previste norme di preparazione?

Non sono previste norme di preparazione